.
Annunci online



Sto studiando:
Laurea in Matematica
(laurea magistrale)


Sto leggendo:

Frank Herbert,
Dune


Ultimi bei film visti:

Gus Van Sant
Milk

Paolo Virzì
Tutta la vita davanti

Jason Reitman
Juno

Paolo Sorrentino
Il Divo

Matteo Garrone
Gomorra


Sto ascoltando
(seppur nella mia misera cultura muisicale):

Petra Magoni e
Ferruccio Spinetti
Musica Nuda


 




passaparola


Basta! Parlamento pulito





Free Tibet





Forza Clementina


Appello per la Giustizia - Per De Magistris


Iscriviti al Vaffanculo Day








POLITICA
30 agosto 2009
il giornalismo italiano






Ho capito che nella stampa italiana vale il principio "don't ask, don't tell".


politica interna
11 settembre 2008
avanzi di giornalismo



Dopo l'orrenda battuta di ieri, vi incollo la mail che ho mandato a repubblica su quanto a scritto D'Avanzo oggi riguardo a quello che ha postato Travaglio ieri

Per chi non fosse aggiornato faccio un riassunto:
  • Travaglio va in televisione da Fazio e dice che il neoeletto presidente del senato Schifani ("che cos'è la maggioranza?" ve lo ricordate?) è stato in affari con due persone che saranno poi condannate per mafia qualche anno dopo
  • L'intera stampa berlusconiana insorge chiedendo le scuse, ma non solo lei, anche il partito democratico si scaglia contro Travaglio. La domenica seguente Fabio Fazio si scusa (si scusa di aver dato una notizia, vedete un po' voi...)
  • Su La Repubblica appare un articolo di Giuseppe D'Avanzo in cui il giornalista porta avanti questa tesi: anch'io posso parlare male in quel modo, ad esempio Travaglio nel 2002 si è trovato in una situazione strana. E si è fatto anche pagare l'hotel da una persona che poi sarà condannata per mafia
  • Questa notizia gira un po' per tutti i giornali (soprattutto quelli di Berlusconi, che ormai sono quasi tutti)
  • Ovviamente si tratta di una BALLA COLOSSALE
  • Tanto che non solo non esistono prove, ma ieri Travaglio ha ritrovato il suo estratto conto in cui risulta che se lo 'è pagato lui il conto, e lo pubblica
  • Oggi D'Avanzo invece di chiedere scusa e andare a Canossa, fa l'ennesimo articolo delirante. Così gli ho scritto quanto segue:
Leggendo l'articolo di risposta di D'Avanzo a Travaglio sono rimasto sconcertato per l'ennesima volta. Quindi di seguito farò notare cosa non torna nel suo articolo, darò una risposta alla sua tesi e poi smetterò definitivamente di comprare repubblica.
L'articolo ha un link a un articolo di D'Avanzo su travaglio, ma non è quello giusto. Fortunatamente a fianco c'è per cui posso ricopiarvi questa bellissima frase:

"8 agosto del 2002. Marco telefona a Pippo. Gli chiede di occuparsi dei "cuscini". Marco e Pippo sono in vacanza insieme, concludono per approssimazione gli investigatori di Palermo. Che, durante le indagini, trovano un'ambigua conferma di quella villeggiatura comune. Prova maligna perché intenzionale e non indipendente. Fonte, l'avvocato di Michele Aiello. Il legale dice di aver saputo dal suo assistito che, su richiesta di Pippo, Aiello ha pagato l'albergo a Marco. Forse, dicono gli investigatori, un residence nei dintorni di Trabia."

Ma allora D'Avanzo parlava del 2002 o 2003 quando ha scritto l'articolo ad origine della polemica? Pare il 2002, quindi forse chi non è del tutto chiaro non è esattamente travaglio.
Ora veniamo a quello che il vostro giornalista ritiene il nocciolo della question ovvero il "metodo Travaglio". E' veramente pazzesco che D'Avanzo invece di mostrare quali punti deboli abbia la tesi di travaglio, quali mancanze, quali non prove ci sono, si inventi una cosa che non esiste per dimostrare che anche lui sa inventarsi le storie. Caro D'Avanzo, non avevo dubbi che anche lei sapesse inventarsi le storie comunque grazie per l'ottima prova di disinformazione.
C'è una bella differenza tra "l'esempio" di D'Avanzo e il fatto di Travaglio, e la differenza è che uno è una balla, l'altro è vero. Travaglio non sostiene che Schifani sia un mafioso, ma chiede conto delle sue amicizie professionali dal momento in cui è diventato seconda carica dello stato. Il minimo che si possa chiedere è ad esempio: può una persona che non è capace di capire per anni che lavora con dei mafiosi svolgere al meglio la carica di presidente del Senato?
Ma ovviamente questo D'Avanzo e Repubblica non se lo sono chiesti.

Concludo rassicurando D'Avanzo, non sono stato aizzato da nessuno a scriverle. Ho atteso un giorno dall'articolo di Travaglio, mi sono alzato questa mattina, ho aperto repubblica.it cercando di vedere se e cosa avrebbe risposto, una volta letto ho più volte pensato (le sembrerà strano ma essere cresciuto leggendo il giornale in cui scrive ha stimolato finora il mio spirito critico) e ho scritto una risposta che come si può notare ha delle critiche che non si trovano in altri scritti.

Grazie


  • In conclusione nessuno ha mai chiesto conto a Schifani delle sue amicizie mafiose
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte