.
Annunci online



Sto studiando:
Laurea in Matematica
(laurea magistrale)


Sto leggendo:

Frank Herbert,
Dune


Ultimi bei film visti:

Gus Van Sant
Milk

Paolo Virzì
Tutta la vita davanti

Jason Reitman
Juno

Paolo Sorrentino
Il Divo

Matteo Garrone
Gomorra


Sto ascoltando
(seppur nella mia misera cultura muisicale):

Petra Magoni e
Ferruccio Spinetti
Musica Nuda


 




passaparola


Basta! Parlamento pulito





Free Tibet





Forza Clementina


Appello per la Giustizia - Per De Magistris


Iscriviti al Vaffanculo Day








POLITICA
26 agosto 2009
beppe grillo se ne è accorto
E finalmente dopo tanti anni Beppe Grillo scrive il suo primo post con il tag omosessuali. Vuol dire, forse, che anche tra le opposizioni finalmente qualcuno si accorge che la nostra minoranza è vittima da anni di campagne diffamatorie e di un incitamento all'odio e alla violenza.

Peccato, è troppo tardi.


PS
consiglio a Grillo di informarsi e lottare anche su questo argomento, glielo consiglio da suo grande sostenitore.
POLITICA
27 maggio 2009
Pubblicità del partito socialista spagnolo
Perché non posso votare in Spagna?



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PSOE spagna socialismo pubblicità europee elezioni

permalink | inviato da wlog il 27/5/2009 alle 13:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
POLITICA
21 maggio 2009
Democratici Anonimi
Fantastico! Il mio consiglio di voto, votate chi volete ma non votate la destra o il PD.



Mi rimane da far notare che mentre la sinistra sa punire i partiti che si comportano male, la gente di destra è talmente ideologizzata che neanche se beccassero Berlusconi che si fa una minorenne mentre corrompe il testimone di un suo processo sarebbero capaci di chiederne le dimissioni.
Che poi non serve neanche che votino a sinistra, basterebbe che chiedessero un cambio, che andasse su Fini, Casini, qualcun altro. Ma niente da fare, gli elettori di destra votano Silvio indipendentemente da quello che fa.
POLITICA
16 maggio 2009
Recoaro, la Lega e il PD


Capita di svegliarsi la mattina, aprire repubblica.it e scoprire che il proprio paese natale è arrivato sulla barra delle curiosità politiche di giornali nazionali.
Parlo di Recoaro Terme, paesino di 7000 anime che fu noto per le proprie terme (inizi del '900) e per le proprie bibite (fino alla fine degli anni '80).
A portarlo nuovamente sulle prime pagine dai tempi del cantagiro è stata l'insolita alleanza tra PD e Lega che si presenterà alle elezioni comunali di Giugno. Dure parole sono arrivate da Rifondazione Comunista, che ha indicato questo esempio come simbolo della deriva a destra dei democratici.

Per quanto io abbia giurato a me stesso di non votare per il resto della mia vita qualsiasi partito sia gestito dalla nota dirigenza degli ex DS, devo difendere il mio paesino e far notare che estrapolare dal contesto provinciale quello che è successo pare un po' eccessivo.

Recoaro è dominato da vari anni da un sindaco, Franco Viero, che altro non sta facendo se non assecondare la fine di questo paese mantenendo i propri voti grazie a metodi discutibili.
L'alleanza PD-Lega (nata grazie a una lista civica di cui ho indirettamente seguito le vicende grazie ad alcune conoscenze) non ha alcun significato politico se non quello di cambiare dopo tanti anni chi sta gestendo malissimo il comune. Ricordando a tutti che nelle amministrazioni con meno i 15.000 abitanti diventa sindaco chi semplicemente prende più voti (non è previsto il ballottaggio), risulterà chiaro che tutto ciò non ha significato di rilevanza nazionale.

Sarebbe, invece, interessante chiedersi come mai uno dei pochi paesi della provincia veneta che negli anni '70 era un centro politico di sinistra molto attivo si sia degradato in questo modo. Ma di questo mi riprometto di scrivere in un altro post.


PS
Ad ogni modo ringrazio di non avere più la residenza a Recoaro perché veramente farei fatica a votare questa alleanza...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd lega alleanza recoaro

permalink | inviato da wlog il 16/5/2009 alle 22:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
POLITICA
30 aprile 2009
sinistra e libertà + giustizia e basta =



Mi chiedo perché in una situazione critica per la democrazia italiana come quella attuale io deva scegliere per le prossime elezioni tra la sinistra e la giustizia.
Come a suo tempo ho già detto, in un paese in cui la mafia è la prima industria dello stato e i sopprusi dei potenti avvengono nell'impunità generale, tanto da garantire una sostanziale immunità all'intera classe dirigente, essere per una giustizia certa e veloce per tutti è di sinistra.
Al contrario se voglio votare la giustizia, mi tocca rischiare di non votare né per i diritti del lavoro, né per la sinistra.

Ma giustizia e libertà non vanno bene insieme?
cinema
12 settembre 2008
E' una barbarie!
Dopo aver letto a puntate su repubblica il saggio "i barbari" di Alessandro Baricco non posso non andare a vedere questo film! Anche perché altrimenti non sarei un vero barbaro (e chi l'ha letto può capirmi...)


21 agosto 2008
che ne pensate?
Vi avevo già accennato delle due giornate sull'omosessualità che si terranno a schio questo autunno. Oggi invece di studiare ho buttato giù un possibile simbolo. Manca il titolo (se avete suggerimenti ve ne sono grato), ma si può inserire dopo.
Che ve ne pare?


Premere sull'immagine per ingrandirla

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. omosessualità simbolo schio ottobre 2008

permalink | inviato da wlog il 21/8/2008 alle 16:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
POLITICA
20 agosto 2008
Intervista doppia
Per introdurci al corso di storia politica contemporanea che vedrò di fare questo autunno (grazie per i voti positivi :-D) vi presento un reperto storico eccezionale a confronto con un documento più recente. Buona visione!

Guzzanti 1996






Crozza 2008

politica interna
26 luglio 2008
Continuiamo così, facciamoci del male...
Rifondazione Comunista, partito drammaticamente sconfitto alle scorse elezioni, con una grave crisi interna, con la necessità di ricostituire in qualche modo un'unità delle sinistre prima delle prossime elezioni europee ha deciso che non aveva niente di meglio da fare che attaccare Di Pietro. Ieri Vendola, oggi (in toni minori) Bertinotti.

Ora un partito ridotto così, che non si fa sentire, che ha un avversario comune (il PD, a chi stavate pensando?), che cosa poteva fare di meglio per perdere definitivamente i voti che Di Pietro gli ha fregato?

A parte le manovre politiche, quello che mi sconcerta è che una parte della sinistra ancora non abbia capito la questione giustizia in Italia. Per cui ricapitolerò la situazione italiana per chi ancora non avesse capito:

L'Italia è un paese noto per la corruzione della sua classe dirigente, per la presenza di una borghesia che vive di speculazioni e denaro pubblico, con un infiltrazione mafiosa tale che la mafia è la prima azienda italiana per fatturato.
Come si fa a non vedere che ricostituire una magistratura indipendente e funzionante è una cosa che migliorerebbe la condizione sociale degli italiani, sopratutto dei più poveri?!
Una priorità per il nostro paese!

Invece no caro vegetarian, sei uno sciocco! Non capisci che "Di Pietro e il populismo sono di destra"? Che la magistratura è un  organo al servizio della borghesia contro il proletariato? Non vedi la pericolosità del pesiero giustizialista di Di Pietro?


Il mio rammarico sta nel fatto che se aveste sposato la causa dell'Italia dei Valori, e aveste aggiunto: "però noi siamo di sinistra, per la commissione sul G8, vogliamo ridiscute il sistema economico italiato, la precarietà, la laicità etc..." io vi avrei votati. Ma così no, mi spiace, non posso affossare l'unica persona che sta facendo qualcosa di concreto per salvare l'Italia dalla sua deriva.

Spero solamente che questa non sia l'ultima parola di Rifondazione sul popolo di piazza Navona.
POLITICA
12 luglio 2008
Io sto con la Spagna


Ieri la Spagna (nazione libera dove esiste ancora un rispetto tra le istituzioni) ha attaccato la stampa italiana, soprattutto la stampa berlusconiana. Il tutto è partito dalle pesanti critiche rivolte da certi media alle indagini sull'omicidio di Federica Squarise (ragazza padovana uccisa a Lloret de Mar)

(fonte repubblica)

<< Joan Boada [ segretario generale per gli Affari interni del governo catalano ndb], in un'intervista rilasciata oggi alla radio spagnola Cadena Ser, ha difeso l'operato dei Mossos d'Esquadra, la polizia autonoma catalana, dopo le critiche piovute dagli organi di informazione del Belpaese nei confronti degli investigatori. "La polizia funziona e ha funzionato. I risultati sono stati ottenuti e sono là, a riprova del suo efficace e rapido funzionamento", ha detto il numero due del ministero degli Interni della comunità catalana.

Poi ha sferrato l'attacco: "Suppongo che in questo modo la stampa italiana si è liberata del compito di criticare il signor Berlusconi per le 'animaladas' che ha in questo momento con la politica interna nel suo Paese. E, al tempo stesso, i media che gravitano nell'orbita di Berlusconi preferiscono affrontare altri argomenti, piuttosto che quello che succede alla politica interna italiana e dedicarsi piuttosto a criticare la polizia catalana". >>


In Italia siamo ormai talmente rincoglioniti dalla propaganda del governo che non ci accorgiamo nemmeno di quanto in basso siamo caduti. Grazie alla Catalogna che ce lo ricorda
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte